Report ASSEMBLEA STRAORDINARIA 21 novembre: Cambiamenti nel consiglio direttivo e rogramma 2019

  • 1 Comments

L’Associazione “Giardino&Dintorni”, attraverso l’assemblea dei soci del 21 novembre, ha definito i programmi per il 2019. Meraviglie Segrete, la tradizionale manifestazione divenuta rapidamente uno degli appuntamenti culturali primaverili di riferimento della provincia di Ravenna, dal prossimo anno non avrà luogo. Sono state rimessi anche i mandati del Presidente e del tesoriere, che resteranno in carico per garantire l’ordinaria amministrazione.

«Sono state otto edizioni entusiasmanti,» dichiara la Presidente, Maria Patrizia Matteucci «ma anche estremamente impegnative. Abbiamo avuto una crescita costante, sia di pubblico che di attività culturali. Siamo stati capaci – partendo dal 2011 – di portare una visione innovativa, allargata, che ci ha permesso di incrementare ogni anno i visitatori, restando però sempre fedeli allo spirito originario. Nel corso degli anni abbiamo mantenuto orgogliosamente sia la gratuità della manifestazione che il carattere inclusivo e mai esclusivo, cercando di garantire a tutti uguale visibilità: sia che avessero un piccolo spazio privato, sia un giardino celebrato, sia che fossero conosciuti oppure voci solitamente ignorate. Ma ridurre tutto alla cura del verde non renderebbe giustizia alle tante iniziative culturali che abbiamo svolto dentro (e fuori) i giardini. Piuttosto andrebbe fatta una riflessione che coinvolga sia le istituzioni, sia i soggetti che, – a vario titolo – sono impegnati nella cosiddetta valorizzazione del patrimonio ambientale. Meraviglie Segrete ha avuto il merito di aprire una strada, perlomeno nella nostra regione: fare cultura col territorio partendo dal basso, ovvero dall’impegno dei tanti volontari, dei giardinieri amatoriali e degli associati; condividendo tutto, compresa la fatica dell’organizzazione. Abbiamo riscontrato come, soprattutto negli ultimi anni, la nostra modesta formula sia stata ripresa e ampliata da altri – potremmo dire copiata -, che però dispongono di mezzi e organizzazioni ben diverse dalla nostra. Crediamo che un’inflazione di proposte troppo simili tra loro e troppo vicine disorienti i visitatori, chiamati a scegliere tra offerte alla fine in concorrenza l’una con l’altra. Per questo preferiamo terminare l’esperienza della nostra manifestazione dopo un percorso di otto anni, col ricordo felice dell’ultima edizione, che si è rivelata un successo pieno. Desidero ringraziare tutti i giardinieri, i collaboratori, i soci, le istituzioni, gli sponsor e il pubblico, perché senza questo supporto non saremmo arrivati da nessuna parte.»

Dagli originali nove spazi della prima edizione si è passati ai 76 giardini (pubblici e privati) visitabili gratuitamente e ai 42 eventi culturali organizzati durante il fine settimana della manifestazione 2018. Il pubblico che ha visitato la rassegna è aumentato dalle circa 400 presenze della prima edizione, fino alle diecimila censite nell’ultima. L’Associazione “Giardino&Dintorni” si è sempre dimostrata sensibile alle esigenze di comunicazione a supporto degli utenti della manifestazione: grazie ai servizi sulla stampa quotidiana e su quella specializzata, al sito internet appositamente predisposto, ai social networks e a un capillare coinvolgimento, tutte le iniziative sono state sempre ben evidenziate, aiutando i visitatori a orientarsi nella varietà di proposte.

«Abbiamo vissuto momenti esaltanti;» sono le parole di Maria Patrizia Matteucci « siamo riusciti a riqualificare uno spazio verde per far giocare i bambini (Parco Bucci), abbiamo coinvolto un’eccellenza culturale della città per organizzare visite guidate a luoghi insoliti di Ravenna che – grazie alla competenza dello staff del Museo Nazionale di Ravenna – sono state apprezzatissime e non voglio tralasciare neppure le conferenze o le mostre alla Biblioteca Classense, o quelle al MAR. Non dimentico la provincia, da cui tutto è partito: il comprensorio ravennate presenta una straordinaria – e delicata – varietà paesaggistica che merita di essere conosciuta sia dai residenti che dai turisti; per otto anni ci siamo impegnati a valorizzare la bellezza del nostro territorio, credendoci profondamente. Ritengo che sia arrivato il momento, anche per me, di fare un passo indietro. Lascerò pertanto l’incarico di Presidente dell’Associazione Giardino&Dintorni: questo è necessario per evitare di personalizzare troppo una manifestazione che è stata e deve rimanere ilsuccesso di un gruppo, non certo di un singolo. La storia di Meraviglie Segrete non potrà essere cancellata, ma è giusto che appartenga al passato e non al futuro.»

1 Comments

Leave a Comment